TRADATE vs RUGBY PARABIAGO CADETTI: 23 – 10

Per la squadra cadetta la prima uscita stagionale è una difficile e ostica trasferta nel ghiaioso campo del Tradate.

Memori della batosta della scorsa stagione, il Parabiago si presenta alla prima di campionato con un atteggiamento umile ma motivato a dare il meglio di se in campo. Nonostante il risultato vede in quattro punti a zero il Parabiago ha dimostrato un’ ottima solidità difensiva concedendo molto poco all’ avversario che però è stato cinicamente capace di sfruttare le occasioni avute nel secondo tempo segnando due mete a breve distanza l’una dall’altra.

La partita s’è giocata in “ un giorno di pioggia” : subito il la squadra ospite si è portata in vantaggio sfruttando un calcio di punizione che Baxiu ha concretizzato, tuttavia, nonostante nel corso del primo tempo il Parabiago abbia avuto le opportunità e i palloni giusti per blindare la partita, i giocatori ( in particolare il reparto dei Tre Quarti ) non sono stati abbastanza cinici e chirurgici da concretizzare in meglio le occasioni.

Nel secondo tempo la squadra ha continuato a giocare a ritmi molto alti, alternando ( purtroppo ) un’ ottima fase difensiva ad una sterile e pressoché inesistente fase offensiva. Solamente a fine partita su un azzardo sempre di Baxiu, il nuovo entrato in campo Interdonato è riuscito a conquistarsi una meta tecnica.

NOTE POSITIVE:

La difesa. Nonostante i due piccoli svarioni nel secondo tempo la squadra ha tirato fuori denti e artigli ed ha difeso ogni pallone rendendo inoffensiva la squadra avversaria.

Il Parabiago ha dunque dimostrato di essere un gruppo completamente diverso rispetto a quello che l’anno scorso usciva umiliato e a testa bassa dal campo tradatese.

Da sottolineare inoltre la prestazione di Antonello Interdonato che insegna in questa giornata che il risultato non conta : ogni momento è buono per segnare una meta.

NOTE NEGATIVE:

I ragazzi hanno purtroppo sbagliato la maggior parte delle touche della partita consegnando spesso il pallone alla squadra avversaria. Inoltre la squadra è stata molto meno decisiva in fase offensiva sprecando anche palloni fondamentali ai fini del risultato.

Due brutte notizie anche dal fronte infortuni : sembra non aver fine la “Maledizione del Capitano della Seconda Squadra”, poiché ( esattamente come la scorsa stagione ) il capitano neoeletto è costretto per infortunio ad uscire in anticipo dal campo da gioco. Stessa sfortunata sorte per il giovane pilone salvadoregno Josè Polio.

Auguro ad entrambi una più che rapida guarigione!

BOD

Leave a Comment