Si chiude la nona edizione del Trofeo Del Galletto, che splendido weekend!

Una bellissima edizione del Trofeo del Galletto si è chiusa domenica al Centro Sportivo Venegoni – Marazzini.
Un’edizione che ha visto la partecipazione di più di mille piccoli atleti nei weekend del 4/5 e 25/26 maggio, con 20 società sportive presenti delle categorie Under 12 nel primo fine settimana e Under 6, 8 e 10 nell’ultimo appena trascorso.
Il weekend appena passato ci ha fatto vivere davvero tante emozioni come già era avvenuto ad inizio maggio.
I bambini e le bambine dell’Under 10 hanno giocato sabato pomeriggio, mentre le categorie Under 8 e Under 6, in un torneo non competitivo, si sono divertite in campo domenica mattina.
Per l’Under 6, attività multisport con i nostri educatori che hanno inventato percorsi motori in cui la palla ovale è stata solo un motivo per divertirsi con tanti amici di tante maglie di diverso colore.
Per tutti gli altri un po’ più grandicelli, placcaggi, mete e tanto divertimento!
Bellissimo vedere sui campi così tanti bambini e bambine, educatori, accompagnatori e a bordo campo mamme e papà felici di vedere i loro figli giocare con il sorriso perché, a quest’età, lo sport deve essere solo divertimento. E pare che al Trofeo del Galletto dubbi non ce ne siano stati…
È stato un weekend impegnativo ma sicuramente molto soddisfacente – ci racconta Marco Mainardi. Quasi 60 squadre di Under 6, 8 e 10 hanno affollato il nostro centro sportivo con entusiasmo in pieno spirito rugbystico. Crediamo che il Trofeo del Galletto sia ormai un punto fermo nel panorama del minirugby lombardo e non solo e questo è motivo d’orgoglio per noi e per il Club. Quest’anno una menzione speciale ai ragazzi delle Juniores che hanno arbitrato tutte le 120 gare disputate nel weekend in modo impeccabile, a loro vanno davvero i miei più sinceri complimenti! E ringrazio i volontari, le famiglie, le società partecipanti, che hanno permesso tutto ciò.
Le squadre meglio classificate nella giornata di sabato sono state premiate dai nostri sponsor, con la gradita presenza di Antonio Luisi, Vice Presidente della Fir e Maurizio Vancini, Presidente del Comitato Regionale Lombardo. Nessuna classifica domenica, con medaglie a ricordo per tutti i bimbi partecipanti.
Tanti i momenti di emozione in occasione delle premiazioni perché alcune persone molto importanti per il Club sono state premiate con il Galletto d’Oro.
Roberto Bongini, giocatore e capitano dei rossoblù di lungo corso, ora consigliere del Rugby Parabiago, ha ricevuto sabato il premio dalle mani del Presidente Marco Marazzini che ha sottolineato il legame profondo di Roberto con il Club , ringraziandolo per tutto quanto fatto.
Domenica è stata la volta di Cecilia che ha consegnato al miglior Club nel complesso dei due weekend di Torneo la targa dedicata a Valerio Antonioni, indimenticato e indimenticabile giocatore, allenatore, volontario, da ultimo educatore dell’Under 6 mancato lo scorso anno, che resterà sempre nel cuore di tutti.
Un saluto e un lunghissimo applauso sono poi stati dedicati a Clara Mazzagatti, Responsabile del Minirugby del Club, che lascerà a fine stagione il Rugby Parabiago. Un rapporto durato più di dieci anni, prima come giocatrice, poi come allenatrice e infine come responsabile delle attività di base: un premio meritatissimo che ha suscitato forti emozioni in Clara e in tutti i suoi collaboratori, nelle famiglie e nei bambini che le hanno voluto e le vorranno sempre bene.
Il bello del rugby è anche che, quando una persona “lascia” la squadra, il numero di maglia non viene ritirato…rimane lì – ci racconta un’emozionata Clara Mazzagatti. Il ruolo che corrisponde non cambia, resta sempre pronto ad essere ricoperto da un nuovo giocatore! Quel che resta, insieme al numero, sono i passi, le relazioni, il senso di appartenenza al Club, le sfide intraprese che quel giocatore ha portato avanti ricoprendo quel ruolo.
I
o, nel mio piccolo, ho provato a lasciare la maglia migliore di come l’ho trovata: non avrei mai immaginato, 5 anni fa, quando decisi di raccogliere la sfida come responsabile Minirugby di trovarmi un giorno, al Trofeo del Galletto, abbracciata da tantissimi bambini e famiglie a dire a me stessa “penso proprio di essere riuscita a farlo!”
I ringraziamenti vanno a Marco Mainardi, Giusi e Andrea che, oltre a collaborare con me, sono stati un po’ come una seconda famiglia; Pietro, Iose e Roberto che in questi anni sono stati dei collaboratori straordinari ma soprattutto molto professionali; tutti gli educatori, gli accompagnatori, gli Staff e i supporter del Club – Giovanna in particolare – che hanno lavorato con me perché senza di loro non avrei potuto fare un millesimo di quello che ho fatto. E grazie a chi è passato dal Club, chi è ancora qui, chi non c’è più fisicamente ma che porto nel cuore più che mai e mi ha spronato a rimanere salda e sempre propositiva per andare avanti. Un grazie alle mie ex compagne di squadra…perché da lì tutto è partito…e ai giocatori e alle giocatrici che in questi anni mi hanno aiutato e si sono resi disponibili perché, per i bambini, non c’è cosa più bella degli “eroi di casa”!
Ma il grazie più grande va alle famiglie che tutto questo tempo sono andate e venute: tante sono rimaste – i primi bambini che ho allenato in campo anni fa ora si affacciano alla 18 – a tutti i bambini e bambine, a chi ormai è quasi un uomo o una donna, grazie… perché regalandomi la loro fiducia mi hanno permesso con piacere e con ONORE di essere una responsabile Minirugby!”

#alépara #chinonavanzaretrocede