Serie A: Parabiago – Verona – 17.12.2017

Un coraggioso Parabiago manca di pochissimo l’impresa cedendo di sole tre lunghezze alla corazzata Verona e chiudendosi del tutto le porte per il girone promozione.

Partita dai due volti, nel primo tempo un Parabiago falloso e poco preciso in attacco mentre nel secondo tempo una formazione in grado di mettere in difficoltà gli scaligeri con un buon rugby; gli avversari sono una squadra più pesante spesso in grave difficoltà a contenere le folate dei nostri ragazzi. La chiave della partita però è stato l’enorme sforzo difensivo dei Galletti, che ha portato Verona a segnare solo dopo grandi giocate collettive o da rolling maul, arma letale della formazione veneta.
Il primo tempo ha visto i ragazzi di casa poco precisi e costretti a giocare contro un vento che non permetteva un gioco territoriale al piede preciso; dopo un parziale di 15-0 (due mete, una trasformata e una punizione) i rossoblù dopo un attacco multi-fase lunghissimo trovano la via grazie al “trattorino del Grappa” Franceschini che si infila tra le maglie difensive veronesi e si tuffa in meta, Schlecht non trasforma.
Il secondo tempo si apre ancora con due mete degli antracite che potrebbero chiudere la questione; la squadra di casa trova la forza di reagire grazie alle mete di “Psyco” Cancro e “Balou” Simioni (grandissima la meta di quest’ultimo imbeccato da un perfetto offload della seconda linea rossoblu che porta alla marcatura in mezzo ai pali). A dodici minuti dalla fine, grazie anche alla meta del “booster dei Carpazi” Ceaprazaru e alla trasformazione di Maggioni (4/4 per la “macchinetta del Villoresi” dalla piazzola) Parabiago si porta fino al -3 e quasi ad un passo dal colpaccio; Verona non perde del tutto la testa e riesce a salvarsi dall’arrembaggio casalingo portando a casa la posta.
Che dire? Peccato! Per come si era messa la gara ci si aspettava una debacle da parte dei Galletti, i quali però hanno invece avuto la voglia e la grinta di rimettere tutto in discussione e accarezzare il sogno dell’impresa che avrebbe rimandato i verdetti all’ultima giornata a Noceto. Così purtroppo non è stato.
C’è rammarico per un obbiettivo sfumato e fa ancora più male se si pensa che l’unica partita veramente “pezzata” dai ragazzi di coach Mamo sia stata proprio quella contro i parmensi.
Adesso testa all’ultima della prima pool e poi si penserà al prossimo girone dove, pur non giocandosi né promozione né salvezza, si lavorerà sicuramente duro per la crescita del gruppo ed in particolare modo delle giovani leve.
Alè Para!

Parabiago (MI), Stadio “Venegoni – Marazzini” – domenica 17 dicembre 2017

Serie A – IX giornata

Rugby Parabiago v Verona Rugby   26-29 (5-15)

Marcatori: pt:m. 11′ D’agostino, cp. 20′ Mckinney, m.25′ Neethling tr.Mckinney, m. 39′ Franceschini;st m.3′ Rossi tr Mckinney, m.15′ Lindaver tr. Mckinney, m.25′ Ceaprazaru tr Maggioni, m.28′ Simioni tr Maggioni, m, 30′ Cancro tr Maggioni

Rugby Parabiago: Albano, Ceaprazaru, Suare, Massari, Baudo (15′ st Branca), Schlecht (5′ st Molinaro) Colombo (15′ st Coffaro),  Manuini , Dell’acqua (10′ st Salmoiraghi), Cancro, Volta (5′  st Maggioni), Mikaele, Canzini (Cap)(5’st Fulciniti), Franceschini (15′ st Simioni), Torri  (Vcap) (15′ st Polio)

All. Mamo

Verona Rugby:  Cruciani (3′ st Zanon), Lindaver, Corso (3’st Todini), Neethling, Melegari, Mckinney (15′ st Mariani) Soffiato, Riccioli, Zago, Artuso (5′ st Neethling)(20’st Forzin), Cattina (Cap), Paghera (15’st Liboni), D’agostino, Rossi, Furia.

All. Zanchelli

Arb. Blessano (Treviso)

Calciatori: Mckinney (Rugby Verona) 4/5 ; Schlecht 0/1 (Rugby Parabiago) ,   Maggioni (Rugby Parabiago) 3/3

Cartellino Giallo 25′ pt Colombo (Rugby Parabiago)

Note: pomeriggio soleggiato, campo buone condizione , Circa 300 spettatori presenti

Punti conquistati in classifica: Rugby Parabiago 2; Verona  Rugby 5

Man of the match: Souarè (Rugby Parabiago)