Serie A: Parabiago – Casale – 19.03.2017

Ultima partita del girone d’andata di Serie A, Poule 4 (retrocessione). Sfida tra Parabiago e Casale, entrambe in lotta per la salvezza, rispettivamente a 11 e 10 punti. Una vittoria permetterebbe un grande balzo in avanti in ottica salvezza per entrambe le squadre.

Formazione: 15 Albano, 14 Baudo, 13 Souarè, 12 Schlecht (Gomiero), 11 Branca (Molinaro), 10 Sanchez, 9 Colombo, 8 Mikaele, 7 Ferraris (Salmoiraghi), 6 Cancro, 5 Maggioni (Volta), 4 Dell’Acqua (Lorenzini), 3 Canzini (C) (Franceschini), 2 Fulciniti (Diani), 1 Torri (Simioni)

Calcio d’inizio battuto da Casale, sotto un sole splendente e molto caldo. Sin dalle prime fasi di gioco si intuisce il leitmotiv del match, tatticismo e pochi rischi. Casale gioca molto territoriale e spesso vicino al punto di incontro, con il mediano di mischia Benetti che gestisce in maniera imprevedibile i suoi avanti. La difesa rossoblù è però un muro e non concede nulla. I padroni di casa prendono pian piano in mano le redini del match e alla prima incursione nei 22 dei Caimani, al 20’, marcano pesante: ottimo lavoro del pack concluso dalla splendida estensione sulla linea di meta di Ferraris. Maggioni trasforma. 7-0

Parabiago cresce in tutti i reparti e un Ferraris scatenato, 4 minuti dopo, schiaccia ancora l’ovale oltre la linea di meta ospite: il flanker recupera infatti un pallone nei propri 22 metri, Parabiago si distende grazie ai veloci trequarti e entra nella zona rossa ospite, serie di pick and go e Sanchez pesca alla bandierina proprio Ferraris. Non riesce la difficile trasformazione a Maggioni. 12-00

I galletti commettono qualche infrazione e Benetti accorcia le distanze con un cp ma la partita rimane salda nelle mani del Parabiago che, molto cinicamente, al 34’ va a marcare un’altra meta con Sanchez. Maggioni trasforma. 19-03. Casale non riesce a reagire e Parabiago prova a chiudere la pratica addirittura nei primi 40’ di gioco ma la quarta marcatura non arriva per un errore in rimessa laterale. Si va al riposo sul 19-03.

Il secondo tempo vede i Caimani più determinati nel tentativo di riaprire il match. I rossoblù invece diventano più attendisti, quasi per poter recuperare e rifiatare, ma molto efficaci in difesa. Girandola di cambi per entrambe le formazioni: le energie spese sono molte e il caldo si fa sentire.

Casale si stanzia per almeno 20 minuti davanti alla linea di meta dei padroni di casa, ma Canzini e compagni, pur commettendo qualche infrazione di troppo, non concedono alcun punto e l’area di meta rimane inviolata. La svolta arriva al 68’: mischia nei 22 metri del Parabiago, il pacchetto rossoblù è straripante, ruba l’ovale Mikaele che asfalta mediano di mischia, ala chiusa e con una corsa di 70 metri vola in meta alla bandierina. Maggioni non trasforma ma di fatto vengono demolite le speranze di rimonta di Casale. 24-03

Gli ospiti comunque si riversano ancora una volta in avanti e, con la forza della disperazione, cercano di marcare almeno la meta della bandiera, per l’orgoglio. Non riescono tuttavia a trovare varchi nel muro eretto dai galletti e, anzi, vengono beffati proprio all’80’ da Baudo che con un intercetto vola in mezzo ai pali dopo 90 metri di corsa.

Risultato finale: 31-03 (5-0) (p.t. 19-03)

Man of the Match: Mitia Cancro

Altri risultati:

Valpolicella vs Milano 27-22 (5-1)

Rangers Vicenza vs Rugby Badia 28-19 (4-0)

Classifica:

Valpolicella 24

Parabiago 16

Vicenza 15

Casale e Asr Milano 10

Badia 2

Il XV di Mamo vince ma soprattutto convince (del resto aveva convinto anche dopo lo sfortunato stop di Milano due settimane fa), conquista 5 punti in classifica e non concede bonus al Casale, dettaglio importantissimo in chiave salvezza, con una classifica così corta. La testa di Capitan Canzini e di tutto il gruppo è già rivolta al lavoro da svolgere in settimana per preparare al meglio la prossima importantissima sfida, Parabiago ospiterà infatti i Rangers Vicenza altra squadra in lotta per la salvezza e a solo un punto di distacco.

Appuntamento al 26/03/2017, al Marazzini-Venegoni, per un’altra, ennesima finale di questo entusiasmante girone di serie A. Alè Para!

[MB]