Serie A: Parabiago – Brescia – 10.12.2107

Parabiago vince nettamente su Brescia tra le mura amiche; dopo un primo tempo poco preciso i Galletti hanno travolto con un’eccellente seconda frazione la resistenza ospite impartendo un parziale di 10-28 che ha fatto mettere in cascina cinque punti importanti per la corsa al terzo posto, anche se la vittoria di Noceto con Colorno complica e non di poco il percorso dei Galletti.

Parabiago parte “lancia in resta” e porta molti attacchi pericolosissimi alla linea di meta bresciana, la squadra in maglia bianca però riesce a difendersi ordinatamente e, complice errori dei padroni di casa, non permette alcuna segnatura. Da un calcio sbagliato di Maggioni (giornata no per lui oggi) nasce la meta parabiaghese: Branca è il più veloce a lanciarsi sulla ribattuta del palo e dopo una serie di attacchi è Albano a trovare il varco decisivo. La macchinetta del Villoresi trasforma.
Parabiago aumenta il ritmo ed è stavolta con Schlecht che varca la linea bianca dopo un perfetto passaggio di capitan Canzini; il calciatore di casa questa volta non trasforma ed è 12-0.
Brescia accorcia le distanze dopo un furioso attacco da palla recuperata, ma anche il piazzatore avversario non è ispirato e non trasforma (tantissimi per entrambe le squadre gli errori dalla piazzola quest’oggi).
A riposo si va sul 12-5, Parabiago ha molto da recriminare per tutti gli errori commessi e ampiamente evitabili;  va dato merito agli ospiti che hanno difeso con ordine e aggressività non permettendo ai rossoblù di aver gioco facile.
Brescia colpisce subito al rientro in campo, complice una sonora dormita vicino al punto d’incontro delle “guardie” rossoblu, ma è un fuoco di paglia. Parabiago va subito a marcare con Mikaele e arrotonda con Maggioni dalla piazzola allungando sul 20-10; da lì i nostri Galletti non si sono guardati indietro e grazie alle mete di Colombo, Cancro (dopo una fuga incredibile del nostro “trattorino” Franceschini che trova il buco e semina gli avversari con uno scatto bruciante) e Baudo: la Freccia dei Nebrodi è un rapace pronto a gettarsi su una palla vagante e a schiacciare in meta.
Brescia ha un moto di orgoglio e trova la meta sul finale non trasformata per il 40-15 al triplice fischio.
Parabiago dimostra una volta in più di essere pronto dopo il ritorno dalla pausa; adesso arriverà la prova del nove: i Galletti infatti saranno costretti a vincere contro la corazzata Verona per tenere vive le proprie speranze di affrontare il girone promozione. Noceto ha contemporaneamente mandato al tappeto Colorno nell’attesissimo derby del Ducato mostrando una volta in più quanto il “Nando Capra” sia difficilissimo da espugnare.
Quindi tutti al Venegoni-Marazzini per cercare l’impresa con Verona e tener vive le nostre speranze fino alla fine! Ale Para!
[AS]

Parabiago (MI), Stadio “Venegoni – Marazzini” – domenica 10 dicembre 2017

Rugby Parabiago 1948 v Junior Rugby Brescia 40-15 (12-05)

Marcatori: pt: 24′ m. Albano tr Maggioni, 34′ m. Schlecht, 40′ m. Gustinelli; st. 5’m. Zaboni, 7′ m. Mikaele, 12′ cp. Maggioni, 25’m. Colombo tr. Maggioni , 27′ m. Cancro , 34′ cp. Schlecht, 36′ m. Baudo, 42′ m.Gandolfi

Rugby Parabiago 1948: Albano, Branca (11′ st Ceaprazaru), Massari, Schlecht, Baudo, Molinaro (12′ st Suare), Coffaro (5′ st Colombo), Mikaele, Manuini , Cancro (28′ st Vincini), Volta, Maggioni (28′ st Salmoiraghi), Canzini (Cap)( 12′ st Franceschini), Fulciniti (28′ st Daini), Torri (Vcap)( 21’st Simioni)
All. Mamo

Junior Rugby Brescia: Masgoutiere, Gustinelli, Azzini, Carilli (28′ st Miranda), Zaboni (17′ st Acerbis), Locatelli, Gazzoli, Gandolfi, Mariani (30′ pt Romano 20′ st Beschi) , Rossini, Daniel, Fierro, Trevisan (38′ pt Kaikatsishvili,), Zoli (33′ st Franchini), Franzon (10′ st Casali).
All. Pisati
Arb. Russo

Calciatori: Maggioni (Rugby Parabiago) 6/11; Schlecht 1/2 (Parabiago) , (Junior Rugby Brescia) 0/2

Note: pomeriggio coperto, campo buone condizione , circa 800 spettatori presenti
Punti conquistati in classifica: Rugby Parabiago 5; Junior Rugby Brescia 0
Man of the match: Fulciniti (Rugby Parabiago)