Rugby Parabiago

Serie C: Gattico – Parabiago 27.11.2016

Parabiago tenta il suo primo affondo alla vetta della classifica ma ottiene solo il secondo posto a causa della vittoria dell’attuale capolista Cesano Boscone. I Galletti, infatti, hanno vinto con ampio margine sull’ostile e fangoso campo di Gattico. La formazione rossoblu è un connubio perfetto fra gioventù ed esperienza e si dimostra pimpante e in forze sin dall’inzio. Ad aprire le danze è l’ala Gobino che servito perfettamente dall’estremo Ceprazaru schiaccia in meta dopo 8 minuti. Questa prima meta, a onor del vero, è frutto anche di un ottimo lavoro difensivo costretto da una buona pressione del Gattico nei primi dieci minuti iniziali. Passati questi però la strada per il Parabiago si fa in discesa, Gattico sembra aver perso il buon piglio iniziale e viene più volte perforato in piccole ma fatali anomalie difensive. Proprio da una di queste nasce la meta del falnker Aramu che, ripartito da una ruck, riesce a trovare il varco per i 5 punti. Il campo pesante si dimostra però un pericolo più per la squadra di casa che per gli ospiti; sarà Ceprazaru infatti a firmare una doppietta sfruttando al meglio il proprio piede. Prima della fine del primo tempo ci sarà spazio anche per le penetrazioni dell’ala Baudo e della seconda linea Maspero che chiuderanno il parziale sullo 0 a 36.

La formazione rossoblu rientra nel secondo tempo con forze fresche: Molla, Gobino e Baudo lasciano il posto a Zanzottera, Sinisi e Ferrario.
Purtroppo per Gattico però al variar dei giocatori non cambia la sostanza, perentoria in tal senso la meta di Gomiero che spezza immediatamente l’orgoglio della squadra di casa. Ulteriori cambi nelle fila rossoblu, entra tutta la panchina: Longoni, D’elia, Pirovano e Martinelli entrano per Lonati, Aramu, Maspero e Miramonti. Il Gattico prova una reazione ma si dimostra timida in fronte al muro rossoblu che non solo non cede ma recupera metri. Ma numerosi saranno di nuovo i danni che Parabiago arreca all’avversario: Coldani firma una doppietta e Sinisi sigla l’incubo avversario. I galletti decidono addirittura di concludere in bellezza con una calcio piazzato siglato da Chiavegato (8 realizzazioni su 11 per lui dalla piazzola). Partita chiusa: 0 a 67.

Parabiago dimostra nei fatti di meritare il primo posto, saranno ora le ultime partite prima del giro di boa a decretare quale sarà la squadra a desiderarlo con più ardore.

MVP: Bonza, autore di incursioni implacabili e solido muro difensivo. Lui, Polio e Pianca capaci di fare la differenza in ogni dove.

FORMAZIONE: 15 Ceprazaru; 14 Gobino (40′ p.t. Ferrario); 13 Chiavegato; 12 Gomiero; 11 Baudo (40′ p.t. Sinisi); 10 Lonati (4′ s.t. Longoni); 9 Albero; 8 Bonza; 7 Pianca; 6 Aramu (40 p.t. Zanzottera); 5 Molla (7 s.t. Martinelli); 4 Maspero (7 s.t. D’Elia); 3 Miramonti (7 s.t. Pirovano); 2 Coldani; 1 Polio.

PIZZA BOY