Rugby Old: Torneo di Messina – 12.03.2017

Esiste un solo motivo perché ci si avvicina al rugby da OLD, ed è tutto scritto e concentrato in questi 3 giorni siciliani targati POR’C. Il rugby non è solo sacrificio, passione e sostegno ma amicizia allo stato puro.  L’ energia che si produce in una trasferta così impegnativa è palpabile in tutte le attività di un gruppo che ritrova la voglia di stare insieme e condividere ogni momento, dentro e fuori dal campo.  La giornata di sabato inizia presto, ore 5 direzione Malpensa per imbarcarsi su quell’aereo che ci farà superare lo stretto portandoci a Catania. Tour in città per assaporare gusti e sapori di una terra così lontana dalla nostra quotidianità, ma così ospitale da far sentire subito i maialini parte integrante di questa regione.

Messina dista poco più di un’ora e mezza, e ci aspettano  in serata per la definizione delle sistemazioni. Reduci dalle fatiche del sabato, la domenica si parte presto per raggiungere il campo degli spartani, il torneo in memoria dell’amico Salvo inizia alle 9.30 e puntuali come degli orologi svizzeri siamo pronti per trasformare in energia positiva tutta l’adrenalina accumulata durante il viaggio di trasferimento. La prima partita ci vede affrontare la compagine del Cus Catania, i primi minuti sono veramente duri, oltre alle condizioni del campo che condizionano notevolmente la qualità di gioco dei POR’C e una meta della squadra isolana, mettono subito la partita su un binario favorevole alla squadra locale. I POR’C reagiscono durante il  secondo tempo costruendo in modo corale e intenso la meta che porterà al pareggio, dando un’iniezione di fiducia ai nostri rosso blu. Malgrado le diverse incursioni nei 22 dei catanesi, la partita si conclude in pareggio costringendo l’organizzazione a decidere la squadra vincente attraverso la lotteria dei 3 drop dai 22. È qui che la freddezza e la capacità realizzativa ci permette di portare a casa il risultato. Con un 3 a 2 ci guadagniamo l’accesso alla finale contro la squadra di casa degli spartani. La finale è tutta un’altra storia , i porc fiduciosi dei loro mezzi, cercano di fermare ripetutamente i tentativi degli spartani di andare in meta, cedendo poi alla superiorità fisica e di gioco dei messinesi. Il finale è un netto 4 a 0 per i casalinghi che tengono tra le loro mura il trofeo dell’evento. Onore ai vincitori e ai POR’C per lo splendido secondo posto.
Il terzo tempo riporta gli animi e gli spiriti nella giusta strada, marcando quei valori straordinari, già del rugby, amicizia e fratellanza tra club che non si sono mai incontrati ma che sentono di conoscersi da sempre. Splendida l’organizzazione dell’evento che  unità alla  consueta e sempre gradita ospitalità ha reso questi tre giorni indimenticabili.

Alcuni numeri :
Cus Catania Vs POR’C: 2-3
POR’C Vs Spartani : 0-4
Mete porc 1
Marcatore : Gary
Man of the match : Gary
Placcaggi: pochi
Pietre : tante
Infortunati: nessuno, tutti interi.
384 bottiglie di birra consumate prima del terzo tempo.

Grazie agli spartani che ci hanno permesso di vivere questi momenti,  uno splendido gruppo che merita tutto il nostro  rispetto, auguri per il proseguo della vostra attività.
Grazie inoltre ai nuovi amici di Messina e Catania, coprotagonisti di questo meraviglioso evento.
Il viaggio di ritorno verso le nostre case prosegue, giusto il tempo di disfare le valigie e preparare scarpe e paradenti per  il prossimo impegno del 25 marzo a Pavia.
God save the POR’C