Minirugby: Trofeo “Denti”, Prato – 14.04.2019

Comincia il periodo delle trasferte per il nostro minirugby, fatto di pullman, alberghi, divertimento e sfide “di livello”: come ogni anno le destinazioni delle nostre Under più piccole sono scelte per dare la migliore esperienza di gioco in un contesto di condivisione con tanti compagni di squadra.
Dopo la trasferta di Udine, a cui aveva partecipato la sola Under 12, è giunto il fine settimana della trasferta a Prato, ospiti del Gispi Prato per la 28esima edizione del Trofeo “Denti”.
Un trofeo nazionale divertente, ben organizzato e con tante nuove squadre mai incontrate dai nostri Galletti: tutte le nostre squadre sono state inserite nei gironi di qualificazione insieme a società provenienti da tutta Italia e suddivise su due centri sportivi (quello del Gispi e la sede dei Cavalieri Prato).

Due giorni cominciati con un pullman carico di energia, partito dal “Venegoni Marazzini” nella mattinata di sabato e arrivato a destinazione nella bellissima città toscana di Prato: ad attendere i nostri ragazzi c’era la “cerimonia” inaugurale del torneo, foto ufficiale e sfilata per le vie della città. I piccoli rossoblù hanno cantato come tutte le altre squadre la loro canzone, il “Galletto” per i nostri, attirando gli sguardi e i sorrisi delle tantissime persone che passavano per il centro storico.

A seguire tutta la “truppa” è stata ospite della Club House del Gispi: è stata davvero una bella cena, accogliente e piacevole, a cui è seguito il gioco libero insieme a tanti altri ragazzi delle società presenti. Rientro in albergo e la consueta “routine” già vista in tante altre gite: lavare i denti, pigiama, un paio di parole per i più piccoli e per i più grandi per avviarli a dormire, quindi un bel riposo per tutti!

Risveglio con qualche smorfia: al bellissimo meteo del sabato si sostituisce un clima quasi autunnale con pioggia. Nessun problema, i nostri Galletti si armano di K-way e grinta per scendere in campo. Campi almeno per poco, diventati ovunque distese di fango e pozzanghere; nonostante il freddo faccia da padrone i ragazzi dimostrano ovunque progressi e la consueta determinazione, per la gioia degli allenatori e dei tanti genitori arrivati in Toscana per tifare e sostenere il Parabiago.

Una doccia e un pasto riportano tutto alla normalità, pronti per il rientro verso casa, nuovamente sul nostro bel pullman: qualcuno sonnecchia, qualcuno ha ancora energie per cantare e fare scherzi, qualcuno se la racconta, ripensando alle “imprese” ovali della mattinata. Ci saranno tanti episodi da riportare a casa come solo i bambini sanno fare quando hanno vissuto un paio di giorni lontano da casa.

Sarà alla fine questo il miglior premio per tutto lo Staff di tecnici ed educatori, sapere che anche questa trasferta farà parte del bagaglio di esperienze positive e formative delle nostre giovani leve, una di quelle che in futuro si richiameranno con la frase: “Ehi! Ti ricordi quella volta, a Prato?”