Lo stage del Polo di Formazione: un’esperienza densa di contenuti

Un’esperienza densa di contenuti lo Stage del Polo di Formazione FIR per atleti 2007 – 2008 che si è svolto al Red&Blue Stadium il 4-5 gennaio scorsi.

Circa 40 ragazzi e ragazze provenienti da vari Club del territorio con anche alcuni atleti e tecnici di  Sanremo, hanno potuto confrontarsi in una due giorni di intenso lavoro, nella quale hanno potuto migliorare le proprie skills individuali e collettive, guidati da uno staff di tecnici provenienti dai Club e da Stefano Pella, tecnico formatore d’area della Federazione.

Non solo rugby nel programma. Giovedì, con Randstad Italia, partner di Rugby Parabiago, sono stati affrontati in aula temi importanti quali il problem solving, la collaborazione e il confronto per arrivare a soluzioni condivise. 

Soft skills utili in campo, ma soprattutto nella vita: la formazione degli atleti non vuole e non deve essere esclusivamente rugbistica, ma creare le condizioni affinché possano migliorarsi come uomini e donne a tutto tondo.

Anche nella seconda giornata di venerdì la parte in aula ha visto i ragazzi e le ragazze dividersi in gruppi per elaborare soluzioni: voglia di mettersi in gioco ed entusiasmo non sono mancati e hanno portato ad un confronto attivo e avvincente, in un clima davvero sereno e costruttivo.

In campo, allenamenti mattutini e pomeridiani sia giovedì, in una splendida giornata di sole, sia venerdì con pioggia incessante e freddo: lavori individuali e collettivi anche di reparto, con partitella finale. Grande l’impegno e la voglia dei giocatori in campo, in un percorso di miglioramento che proseguirà per tutta la stagione con i consueti allenamenti settimanali.

E’ stato molto interessante lavorare con il gruppo in questi giorni – ci racconta Youssef Darbal, Responsabile Tecnico del Polo di Formazione. Gli atleti hanno mostrato molto interesse e disponibilità, sempre con il sorriso. Abbiamo costruito la nostra proposta di lavoro rispetto ai livelli, creando gruppi omogenei in un gruppo molto variegato ed eterogeneo e abbiamo davvero visto delle belle risposte.

Uno stage come il nostro ha permesso agli atleti, al termine della pausa natalizia, di ricollegarsi al gioco prima del rientro “ufficiale” della prossima settimana in un modo abbastanza tranquillo, senza alta competizione e in un modo insolito.

Sicuramente una bella esperienza per migliorarsi. Importantissime le parti che abbiamo svolto in aula: propedeutiche al campo, ma non solo. E’ un modo per conoscersi, per vedersi in un contesto diverso, per affrontare lati e aspetti del carattere e del comportamento che non sempre coincidono con quelli che si vedono in campo. Abbiamo fatto delle belle scoperte.

Grazie a tutti gli atleti, ai tecnici che si sono messi a disposizione e ai ragazzi del Sanremo Rugby, anche e non solo per il lungo viaggio che li ha portati da noi.

#alépara #chinonavanzaretrocede