Il nuovo Capitano dei Galletti è Gabriele Messori

La nuova stagione sta per cominciare, l’8 Ottobre sarà il momento del debutto dei rossoblù nel campionato di Serie A 2023/24, un match davvero atteso quello con Amatori Union Milano (kick off ore 15:30 al Red&Blue Stadium di Parabiago) che porta alcune novità nella formazione di casa. I galletti avranno un nuovo capitano nella figura di Gabriele Messori, giocatore di mischia alla sua seconda stagione nel Club; al suo fianco come vice Capitani ci saranno Joshua Mikaele e Nicolò Albano.

È il momento di conoscere meglio la nuova figura di riferimento della squadra di Coach Porrino, quindi eccoci con qualche domanda per Capitan Messori!

Sei arrivato a metà della scorsa stagione, ora sei Capitano. Cosa di te ha portato a questa scelta? Quali pregi?

Sono arrivato a metà campionato ma sono entrato subito nel gruppo squadra. Ho potuto giocare molte partite del girone di ritorno e fare tanto minutaggio. Mi sono legato particolarmente ai nuovi compagni e alla società, in un modo che non avrei mai potuto preventivare avendo sempre indossato la maglia di Reggio, poi Valorugby. Ho dato veramente tutto quello che potevo dare in campo nel campionato e soprattutto nei playoff e credo sia stato visto e premiato così il mio impegno.

La nomina a Capitano, che responsabilità ti dà? Che stimoli?

Le responsabilità non credo che cambino. Credo sia importante essere sempre responsabili quando si gioca a rugby perché questo vuol dire rispettare i compagni e la propria squadra e non giocare solo per sé stessi. Gli stimoli invece sì, crescono molto e sono davvero carico!

Cosa ti hanno detto i tuoi compagni di squadra dopo la nomina a Capitano?

I compagni li ho sentiti uniti nel condividere questa scelta. Addirittura Andreas lo aveva previsto qualche mese fa! Spero di trasmettere a tutti i compagni sicurezza e di avere la loro fiducia dentro e fuori dal campo.

Che obiettivi ti poni in questa nuova stagione, per te e per la squadra?

Ho un unico obiettivo: migliorare e crescere! Sia personalmente sia come squadra. Ci sono tanti giovani con moltissimo potenziale che qui possono crescere ed esprimersi. E noi un po’ meno giovani abbiamo sempre da imparare qualcosa.

Come vedi la nuova stagione sportiva, il girone? Riuscirà Rugby Parabiago a ripetere l’ottima stagione che ci ha portato a vincere il Campionato lo scorso anno?

Sono sicuro che non saremo gli unici a fare un passo in avanti, quindi c’è da impegnarsi e lavorare tantissimo per poter restare lì in alto anche quest’anno. Questo è il nostro obiettivo.