Grandi soddisfazioni per il settore giovanile rossoblù

Un settore giovanile in grande crescita, umana e sportiva, è frutto di un lavoro di un team con una visione ampia e a lungo termine che crede fortemente nella formazione, degli allenatori e degli atleti, su più fronti: tecnico, fisico e mentale. Solo attraverso un lavoro costante che nasce dal divertimento del minirugby, passando attraverso la categoria Under 14, una sorta di “ponte”, di passaggio, si possono raggiungere prestazioni e risultati in Under 16 e in Under 18, così da crescere ragazzi e ragazze pronti a diventare giocatori seniores in grado di competere ad alto livello. Dove comunque, non è da dimenticare, il divertimento non deve mai mancare.
È ciò su cui da anni sta lavorando Rugby Parabiago, che ha molto a cuore il settore giovanile. Un’ottima stagione per tutte le Juniores del Club: due per ogni categoria le squadre Under 14, Under 16 e Under 18. Un settore juniores femminile in crescita continua, anche di numeri, che sta portando ad ottime prestazioni in campo.

Un percorso di crescita che ha portato l’Under 16 maschile a giocarsi domenica l’andata dei quarti di finale nazionali
, dopo aver vinto il proprio girone interregionale e aver battuto Parma nel barrage per accedere alla fase finale.
Una partita combattuta e sempre in equilibrio quella giocata domenica con le Fiamme Oro, terminata al Red & Blue Stadium con il risultato di 21 a 28 per la squadra della Capitale, a dimostrazione che i ragazzi rossoblù hanno le capacità e il temperamento giusto per potersi confrontare con squadre di alto livello.
Prima di tutto voglio fare i miei complimenti al gruppo delle Fiamme Oro per il fairplay e la qualità che hanno portato in campo – dichiara l’Head Coach Youssef Darbal al termine del match. Noi tecnici siamo contenti della prestazione del nostro gruppo che ha lottato fino alla fine di questa bella sfida. Il prossimo weekend giocheremo il ritorno con la sicurezza che combatteremo dal primo all’ultimo minuto.”
“L’Under 16 ha fatto un’ottima partita – aggiunge il Direttore Tecnico di Rugby Parabiago Daniele Porrino. Siamo molto felici per quello che lo staff ed i ragazzi hanno fatto durante la stagione. Adesso avranno un ritorno importante ma in questi casi non è il risultato che ci interessa, quanto piuttosto la sicurezza che la nostra squadra può lottare e giocare alla pari con un avversario molto forte. C’è quindi grande soddisfazione per la formazione che stiamo facendo con questi ragazzi.
“Per quanto riguarda la stagione nel suo complesso, lo staff tecnico è molto contento della progressione di tutti i ragazzi, sia dal punto di vista rugbistico, sia dal punto di vista umano – conclude Youssef Darbal. Abbiamo tanti giocatori, che formano due squadre ma che si allenano sempre insieme: un gruppo bello e ricco di diversità fisiche, tecniche e mentali ed è stata per noi una grandissima sfida gestire gli obiettivi personali e collettivi. Siamo felici di avere la fortuna di poter seguire questo gruppo di ragazzi: abbiamo ancora un mese da percorrere insieme e cercheremo di approfittarne ancora, per godere insieme di questa stagione formativa. La crescita non è limitata ai ragazzi, è anche nostra.”

Un lavoro formativo che parte ben prima dell’approdo in Under 16 e che in Under 14 ha il suo momento di passaggio importante. Una categoria che fa da ponte tra il minirugby e il rugby juniores, dove è molto importante insegnare tra gli altri il gioco nello spazio, il movimento senza palla e la propedeutica alla mischia chiusa, che non fa parte delle regole del minirugby.
“La stagione che volge al termine è stata molto formativa per i 49 ragazzi Under 14 – ci racconta l’Head Coach Marco Mainardi. La grande disponibilità e presenza costante di tutti gli atleti ha permesso il raggiungimento degli obiettivi tecnici e formativi che con lo staff ci eravamo prefissati. L’inserimento del Progetto Atleti in Formazione con preparatori dedicati, la possibilità di lavoro differenziato tra avanti e tre quarti e il lavoro dedicato alle skills personali ha permesso a tutti gli atleti una crescita sotto ogni aspetto, sia individuale che collettivo.”

Il percorso di crescita giovanile ha il suo culmine in Under 18, che quest’anno ha visto circa 40 ragazzi 2005-2006 e 2007 giocare in due squadre, una di Parabiago e la seconda in tutoraggio con Como e Lainate.
Per i ragazzi la stagione è iniziata molto presto, lo scorso giugno– ci racconta l’Head Coach Demis Banfi. I ragazzi hanno mostrato durante l’anno tanta disponibilità, costanza e presenza agli allenamenti e hanno partecipato alle attività proposte con molta professionalità. La parte iniziale della stagione è andata molto bene con il Parabiago: abbiamo mancato l’Elite 1 per un soffio perdendo con il Cus Milano e poi ci siamo rituffati nei gironi di qualificazione vincendo il nostro girone di Elite 2 senza sconfitte. Ora affronteremo il girone di finale con Monferrato, Calvisano e Viadana che deciderà chi vincerà il campionato di Elite 2. La squadra La-Pa-Co mista è partita direttamente dal girone di qualificazione per l’Elite 2 e, non essendo riuscita a qualificarsi per l’interregionale, ha fatto il campionato regionale. Un bel campionato, che ha visto crescere partita dopo partita i nostri ragazzi.”
“Lo staff è molto soddisfatto di tutti gli atleti – aggiunge Demis Banfi. Personalmente sono molto contento dei 2007, che sono al primo anno di Under 18 che vedo molto migliorati da settembre ad oggi. I 2006 sono pronti a fare i fuori quota l’anno prossimo mentre i 2005 hanno dimostrato soprattutto nella parte finale della stagione di essere pronti per fare il salto in Seniores. Ci sono stati alcuni esordi dei nostri ragazzi in Serie A che ci riempie d’orgoglio e dà un senso concreto a tutto il nostro lavoro.”

Anche il settore femminile giovanile del Club è molto cresciuto, sia in termini di gioco che di numeri. Le attività portate avanti dal CRL permettono alle ragazze di avvicinarsi al rugby a 15 e la collaborazione con altre realtà del territorio permette loro di crescere giorno dopo giorno. Gli allenamenti sono molto spesso congiunti con la maschile, per un miglioramento complessivo.
Sono molto felice del percorso delle nostre atlete – ci racconta il Direttore Tecnico del Settore Femminile Riccardo Rizzo. Sono molto soddisfatto del progetto che stiamo portando avanti e orgoglioso delle nostre ragazze in termini di impegno, presenza agli allenamenti e costanza nel lavoro. Un’importante crescita complessiva fisica, tecnica ed umana anche grazie al Progetto Atleti in Formazione che vede molto presenti le nostre ragazze. Solo così è possibile migliorarsi ogni giorno e concretizzare la qualità del lavoro proposto.”

Un vivaio, quindi, che dà tanta soddisfazione e sul quale il Club pone attenzione e tanta fiducia.

#alépara #chinonavanzaretrocede

GUARDA LE GALLERY DI FOTO!