Buone le prestazioni delle nostre Seniores, ma i risultati non arridono ai colori rossoblù

Che sarebbe stata una domenica impegnativa era nelle previsioni per tutte le nostre squadre Seniores: il First XV in casa della prima della classe Cus Torino, le Rugby Parabiago Women in Conference Cup con Benetton Treviso e la Cadetta con Cus Pavia. Nonostante le buone prestazioni non sono arrivate vittorie, ma sui campi si sono viste comunque tante luci, come hanno sottolineato i tecnici a fine partita.

Cus Torino – Parabiago, finita 24-23 per i padroni di casa, è stata una partita giocata con tanta attitudine e determinazione, come si evince dalle parole dell’Head Coach Daniele Porrino.
Complimenti ai ragazzi che hanno lottato per 80 minuti. Il Cus Torino è una squadra completa, molto brava a giocare nello spazio. I nostri ragazzi hanno messo in campo l’atteggiamento giusto, tanta attitudine e tanta voglia di lottare. Peccato perché possiamo migliorare un po’ di disciplina, di scelte individuali nei momenti difficili. Questo ha caratterizzato la partita e non ci ha permesso di riuscire a ribaltare ma con questa base di attitudine ora il lavoro di noi allenatori debba essere concentrato su come far capire ai giocatori come comportarsi nei momenti difficili, in situazioni di sottonumero. Mi prendo la responsabilità di non aver trasmesso la giusta gestione del gioco nella situazione di oggi con una squadra così. Complimenti a tutti i ragazzi.”

Buona anche la prestazione delle Rugby Parabiago Women che in Coppa Conference escono sconfitte dalle ragazze del Benetton Treviso, squadra impegnata in Élite femminile, con il risultato di 7 – 36.
Siamo molti contenti – esordisce l’Head Coach Samantha Grieco. Finalmente le ragazze hanno eseguito le consegne, hanno messo in campo un’attitudine molto positiva, sono state concrete soprattutto nella fase difensiva. Hanno fatto tutto quelle che abbiamo chiesto: sono state aggressive, salivano, erano organizzate. Hanno portato in campo un’attitudine come gruppo molto positiva. Il risultato che ci interessava era la loro comprensione delle richieste e ci hanno pienamente soddisfatto.”

“Domenica sicuramente positiva per le ragazze – aggiunge il Direttore Tecnico del Settore Femminile Riccardo Rizzo. Mi è piaciuto molto l’atteggiamento messo in campo, di estrema determinazione e durezza nei contatti, sui placcaggi, nei punti di incontro. Sicuramente abbiamo avuto dei palloni in attacco che avremmo potuto sfruttare meglio, però per un po’ di frenesia e un po’ di imprecisione non sono andati a buon fine. Da sottolineare che i tre quarti in campo erano molto giovani, con due ragazze del 2001, tre del 2005 e due del 2006: una bella linea verde che ci fa bene sperare per il futuro. È comunque una sconfitta, con un avversario di categoria superiore, che però lascia segnali molto positivi. Oggi era importante fare una prestazione di questo tipo, ma dobbiamo proseguire su questa strada già dalla prossima partita. Nota di merito a Sofia Ceresini, meritatamente Woman of the Match, ma tutta la mischia ha giocato molto bene, in particolar modo la terza linea. Un applauso anche alle esordienti Erica Castiglioni e Marta Cruz Blanco.”

Molta delusione trapela invece dalle parole dell’Head Coach della Cadetta, che nel match di Serie C con Cus Pavia esce sconfitta per 20 a 27, nonostante il buon match a tratti disputato.
“Abbiamo iniziato la partita con il giusto atteggiamento e costretto Pavia a difendere – racconta Andrea Musazzi. Poi, su un’azione in soprannumero, abbiamo subito una meta su intercetto e un calcio piazzato che ci hanno costretto a subire un passivo di 10-0. Ma abbiamo saputo reagire e ci siamo portati in vantaggio. Siamo stati superiori nelle fasi statiche dove in mischia chiusa abbiamo macinato metri ma siamo stati imprecisi nell’utilizzo del piede e abbiamo forzato ricicli che ogni volta hanno concesso a Pavia di recuperare il pallone. Onore a loro che hanno lottato fino alla fine ma credo che la sconfitta sia arrivata per demerito nostro e per mancanza di una leadership in campo nei momenti cruciali. Siamo delusi e ci dispiace per il pubblico venuto a tifare per noi: dobbiamo ritrovare la fiducia nei nostri mezzi e la confidenza che avevamo un mese fa il prima possibile.”

 #alépara #chinonavanzaretrocede

IL TABELLINO

Grugliasco, “Campo Angelo Albonico” – domenica 17 marzo 2024 ore 15.30 – Serie A maschile, XVII giornata
IVECO CUS TORINO RUGBY v RUGBY PARABIAGO 24-23 (14-16)

Marcatori: p.t. 3’ m. Piacenza tr. Zanatta (7-0); 7’ cp. Joubert (7-3); 14’ m. Torres tr. Zanatta (14-3); 33’ m. Bertoni tr. Joubert (14-10); 37’ cp. Joubert (14-13); 40’ cp. Grassi (14-16); s.t. 41’ cp. Zanatta (17-16); 46’ m. Coffaro tr. Joubert (17-23); 70’ m. Caputo tr. Zanatta (24-23)
IVECO CUS Torino Rugby: E. Reevs; Monfrino, Torres (58’ Groza), G. Reeves (cap), Civita (60’ Telloni); Zanatta, Cavallaro (41’ Cruciani); Andreica, Spinelli (41’ Di Fiore), Quaglia; Piacenza, Ciotoli; Barbotti (50’ Lombardo), Caputo, Valleise (45’ Liguori) A disposizione: Cataldi, Riccardi
All. Lucas D’Angelo
RUGBY PARABIAGO: Grassi; Cortellazzi, Albano (54’ Durante), Schlecht, Vitale; Joubert, Coffaro (44’ Grassi F.); Paganin (60’ De Vita), Toninelli (73’ Moioli), Messori (38’ Antonini); Caila (44’ Mikaele), Bertoni (53’ Zecchini); Castellano, Cornejo, Strada (44’ Ceciliani)
All. Daniele Porrino
Arb. Matteo Angelo Locatelli (Bergamo)
Cartellini: 23’ giallo Spinelli (Torino), 23’ rosso Castellano (Parabiago), 39’ giallo Ciotoli (Torino), 60’ giallo Monfrino (Torino)
Calciatori: Zanatta (CUS Torino) 4/4; Joubert (Parabiago) 4/4; Grassi (Parabiago) 1/1
Note: Giornata soleggiata 18° circa. Campo in buone condizioni. Circa 600 spettatori.
Punti conquistati in classifica: IVECO CUS Torino Rugby 4, Rugby Parabiago 1