Andrea Toninelli è tra i giocatori Under 20 scelti per il match con l’Irlanda

Si avvicina la sfida di venerdì 15 dicembre quando gli Azzurri U20 incontreranno l’Irlanda allo UCD Bowl di Dublino con kick-off alle ore 14:00 locali.

Andiamo ad affrontare la squadra vice-Campione del Mondo e Campione uscente del Sei Nazioni, inutile dire quanto impegnativo sarà il test di venerdì, ma oltre a quello è chiaro che tutta la settimana ci sarà utilissima in prospettiva del Torneo 2024”, commenta Roberto Santamaria su Federugby.it, specialista degli avanti alla sua seconda stagione nello staff degli Azzurrini. “Siamo in una fase particolarmente delicata del percorso di costruzione del gruppo: con i primi raduni abbiamo puntato ad un monitoraggio allargato di giocatori classe 2005 e sui 2004 che l’anno scorso non erano nel roster, ora con Francia e Irlanda lavoreremo su più livelli […]. Solo le verifiche competitive sul campo potranno confermare o meno le impressioni registrate ai raduni, le prossime settimane saranno in questo senso decisive e delineeranno il gruppo chiamato ad affrontare la stagione internazionale a partire dal match con l’Inghilterra del 3 febbraio ”.

L’obiettivo è il Sei Nazioni, con quel terzo posto conquistato nel 2023 ad alzare fin da subito clamorosamente l’asticella: “Sappiamo di poter contare su giocatori di talento, ma come ogni anno le variabili sono tante. I 2003 in uscita avevano qualità non solo tecniche molto importanti, lo stesso i 2002 l’anno prima: ogni stagione porta le sue novità e le sue incognite, con un ruolo fondamentale giocato dall’annata che rimane, in questo caso i 2004. Di sicuro arriviamo al Torneo con un bagaglio importantissimo come quello del Mondiale: tutti abbiamo chiaramente capito quanto conti saper gestire le emozioni, tenere sotto controllo picchi e cali di energie nervose che in competizioni così livellate e con tempi di recupero ridotti hanno un impatto determinante su prestazioni e risultati. Dopo quello che abbiamo vissuto in Sudafrica credo che sia noi dello staff che i giocatori abbiamo un livello di consapevolezza maggiore, e questo se metabolizzato a dovere potrà fare la differenza”. 

Facciamo il più grande “in bocca al lupo” al nostro Andrea Toninelli, inserito nella lista dei selezionati per il match!